IcP sulle due ruote del Withu 511 Racing Team

IcP sulle due ruote del Withu 511 Racing Team

La passione di icP per le due ruote non si ferma! E anzi, cresce con il supporto appena confermato a Withu 511 Racing Team, la prima squadra tutta al femminile. Presentata all’Enne20 di Milano, al centro del suo nome c’è proprio la lettera W: “W for Women, W for Win, W for Withu”. Il team infatti è composto solo da donne. Due saranno le pilote: Sara Sanchez e Jessica Howden. Donne anche le meccaniche, Lucrezia Greta Vercelloni, Alexia Papi, e Sylvie Corti. Donna anche la telemetrista Alessandra Mancini. Tutte, dopo aver lavorato con team maschili, hanno accettato con entusiasmo questa nuova sfida.
A coordinare la squadra sarà la team manager Sandra Stammova, una pilota con esperienza nelle gare maschili e di mental coach.
Il team parteciperà al campionato italiano supersport 300, uno dei più difficili e competitivi del CIV (Campionato Italiano di Velocità).

icP sulla vetta dell’Everest con Andrea Lanfri

icP sulla vetta dell'Everest con Andrea Lanfri

Industria cartaria Pieretti ha sostenuto l’impresa di Andrea Lanfri, atleta e alpinista lucchese paralimpico che ha realizzato il suo sogno: raggiungere il tetto del mondo con le protesi. Insieme ad altre aziende del territorio, infatti, icP ha scommesso con ragione sulla sua nuova sfida ed è arrivata sulla vetta dell’Everest con Andrea Lanfri.

Nel 2015, a causa di una meningite fulminante con sepsi meningococcica, Lanfri ha subito l’amputazione di tutte e due le gambe e di sette dita delle mani. Nonostante ciò, l’atleta lucchese non si è mai perso d’animo e ha fatto della sua vita un esempio per tutti di tenacia e coraggio.

L’ultima sfida, la più importante: toccare gli 8848 metri della vetta più alta del mondo. Sfida vinta da Andrea quando in Italia era circa l’una di notte del 13 maggio. Un’impresa sportiva eccezionale, in cui è stato accompagnato dall’amico e guida alpina Luca Montanari.

Impresa che, oltre lo sport, è anche tanto altro: la realizzazione di un sogno, la ferrea volontà di darsi degli obiettivi, puntare ogni volta a superarsi e realizzare i propri sogni.

Bravo Andrea!!

Per maggiori info sulle imprese di Andrea Lanfri: https://andrealanfri.com/

Marco Radaelli ha trionfato nella BMX

A Papendal, in Olanda, Marco Radaelli ha trionfato nella BMX nella categoria Juniores. Marco è del team “Quota 20 BMX”, supportato da Cartiera​ ​Dell​’​Adda che ne è sponsor.

Il 18enne lecchese, portacolori del Team Bmx Garlate si è aggiudicato infatti i Mondiali svoltisi in Olanda sulla pista di Papendal nella categoria Juniores, primo italiano della storia a riuscire nell’impresa. Marco ha regalato così all’Italia il suo primo titolo mondiale nel BMX.

Fantastica la progressione di Marco nel corso della competizione iridata che ha messo di fronte un’ottantina di ragazzi, i migliori del ranking mondiale. Vittoria nelle tre manche di qualifica e negli ottavi di finale, secondo posto nei quarti e terzo nella semifinale con un prodigioso recupero dopo una pessima partenza. Marco Radaelli ha trionfato nella BMX regalando emozioni a non finire, con la caduta del neozelandese Rico Bearman, in testa sino a quel momento, e il sorpasso all’ultima curva sul francese Louison Rousseau.

Marco, allenato dal padre Andrea, ha iniziato il suo percorso nel 2013. Da allora sono giunte sei finali mondiali e altrettante agi Europei nelle quali il lecchese ha conquistato quattro vittorie (Giovanissimi, secondo anno Esordienti e Allievi primo e secondo anno).

Bravo Marco, con i complimenti di Cartiera dell’Adda!

Per maggiori informazioni: notizia su Lecco News